Giovedí
21 Settembre 2017

Verifiche periodiche per attrezzature di cui al DM 11 aprile 2011

Chiarimenti del Ministero del lavoro sulle visite periodiche degli apparecchi di sollevamento e a pressione

Alleghiamo la Circolare n. 9 del 5 marzo 2013 del Ministero del lavoro, recante "DM 11 aprile 2011 concernente la "Disciplina delle modalità per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all'All. VII del Decreto Legislativo 81/2008 nonché i criteri per l'abilitazione dei soggetti di cui all'art. 71, comma 13, del medesimo decreto legislativo - Chiarimenti".

Detta circolare ha lo scopo di fornire chiarimenti applicativi sulle verifiche periodiche obbligatorie di talune apparecchiature di sollevamento e di apparecchiature a pressione, tenuto conto delle Circolari 21/2011, 11/2012, 22/2012, 23/2012, relativamente agli argomenti dei seguenti 12 punti:
1.      Verbali di verifica;
2.      Comunicazione di affidamento diretto da parte del datore di lavoro della verifica periodica al soggetto abilitato;
3.      Regime di prima verifica periodica su attrezzature di cui al punto 10.a.3 della circolare 23/2012 non marcate CE;
4.      Argani installati su aerogeneratori;
5.      Loader aeroportuali;
6.      Attrezzatura destinata alla raccolta di rifiuti;
7.      Assoggettabilità al regime delle verifiche periodiche di un carrello elevatore a forche (muletto);
8.      IVA;
9.      Controlli previsti dall'art 71, comma 8 del D. Lgs. 81/2008, smi e indagini supplementari (DM 11.04.2011, allegato II, punto 2, lett c);
10.  Tariffe-Decreto dirigenziale del 23.11.2012;
11.  Facoltà di avvalersi dei soggetti abilitati iscritti negli elenchi di cui all'art 2, comma 4, del DM 11.04.2011 da parte dei soggetti titolari della funzione;
12.  Data di decorrenza per l'effettuazione delle verifiche periodiche.

In particolare sono evidenziati i seguenti punti:

  • Trascorsi i 60 giorni in caso di prima verifica periodica o 30 giorni in caso di verifiche successiva alla prima il datore di lavoro che intende avvalersi del soggetto abilitato deve comunicare nel più breve tempo possibile il soggetto titolare della funzione, indicando il nominativo del soggetto abilitato che effettui o abbia effettuato la verifica;
  • Le attività di verifica periodica svolte ai sensi del DM 11 aprile 2011 sia dai soggetti titolari della funzione che dai soggetti abilitati rientrano nel campo di applicazione dell'IVA;
  • Le tariffe previste dall'art 3, comma 3 del DM 11 aprile 2011 per le verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro di cui all'Allegato VII del D.lgs. 81/2008 si intendono comprensive di tutte le spese eccetto le imposte;
  • I soggetti abilitati, essendo già impegnati ai sensi dell'abilitazione ricevuta a svolgere l'attività di verifica non sono tenuti a fornire conferma dell'accettazione dell'incarico ai soggetti titolari della funzione;
  • I termini temporali per lo svolgimento delle verifiche periodiche decorrono dalla data di richiesta della verifica e non da quella di effettuazione del pagamento delle tariffe previste per effettuare tali verifiche.

      
Accesso alla Circolare